Come fare il sito web per i negozi di abbigliamento

Come fare il sito web per negozi di abbigliamento – indice:

Il settore tessile e dell’abbigliamento deve rinnovare continuamente le proprie strategie di marketing per evitare di rimanere un piccolo nucleo di idee e creazioni apprezzate dai soli clienti già acquisiti. Un modo per far conoscere la propria attività, i propri valori, le proprie creazioni o i prodotti che si vendono, sul territorio circostante e non solo, è quello di diffondere tutto ciò tramite lo strumento che oggi consente di ottenere buoni se non i migliori risultati in tali termini. Proporsi sulla rete, tuttavia, è ormai una usanza che adotta la maggior parte degli imprenditori. Bisogna pertanto affidarsi a dei professionisti che sappiano lanciare sul web una presenza differenziata dalle altre e che sappiano farla andare oltre il semplice stadio di presenza. FeniceWeb ha sperimentato vari modelli di sito web per negozi di abbigliamento e affiancato il cliente nell’evoluzione di quella che si può definire una vetrina virtuale, alternativa a quella fisica essenziale in tale tipo di attività. Propone, pertanto, una breve traccia su come fare il sito web per negozi di abbigliamento. 

L’e-commerce nel sito web per negozi di abbigliamento

L’e-commerce è uno dei punti di partenza per ampliare il proprio volume d’affari nell’ambito di un’impresa commerciale che vende prodotti di abbigliamento. È uno strumento che, partendo dal lancio di un’offerta di acquisto online, dà la possibilità all’utente di pagare ed essere assistito nella fase di acquisto mediante un canale elettronico. In tal modo l’azienda amplia i propri orizzonti inserendosi nel mercato globale con la possibilità di acquisire una visibilità internazionale. Non esistono più né limiti geografici né limiti temporali. Se si pensa, oggi, è molto meno il tempo che si ha a disposizione per andare a far visita ad un negozio. Lo shopping virtuale invece consente velocemente e in qualsiasi momento di vedere cosa il mercato offre e di confrontarlo con altre proposte.

Una buona agenzia di web marketing sfodera la propria professionalità elaborando una strategia che consenta all’e-commerce di raggiungere alti livelli di competitività dell’azienda rispetto alle concorrenti. Il tutto senza richiedere particolari sforzi dal punto di vista economico. La manutenzione dell’e-commerce infatti è un investimento più vantaggioso in termini economici e di risultato rispetto ai canali tradizionali di vendita.

L’e-commerce, inoltre, funge da vetrina dell’attività potenziando la sua immagine e accrescendo il prestigio dell’azienda. Riassumendo i vantaggi dell’e-commerce per un negozio di abbigliamento si può affermare che:

  • si realizza un contatto diretto tra il venditore e l’acquirente;
  • le transazioni sono immediate, flessibili e consentono di applicare prezzi più competitivi;
  • migliora la competitività dell’impresa che accresce la propria immagine;
  • i costi sono contenuti;
  • si amplia il mercato di vendita.

Offerte speciali e saldi di stagione

Il sito web consente di pubblicizzare online i prodotti in vendita presso il negozio di abbigliamento. È importante cercare la variabilità dei prodotti da mettere nella vetrina del sito in modo che l’utente veda sempre delle novità.

I prezzi di vendita vanno sempre messi in evidenza ed ancor meglio se si presentano delle offerte temporanee o in occasione di qualche evento. Tutti puntano sui saldi di stagione che vanno assolutamente messi in primo piano nella home page che costituisce la vetrina del sito e dell’attività.

I saldi possono essere comunicati anche mediante l’impostazione di una landing page ottimizzata. Si tratta di una pagina pensata e realizzata accuratamente per indirizzare l’utenza che “atterra” sulla pagina a compiere l’azione che si vuole. Nel caso dei saldi dunque approfittare dell’offerta nell’immediato.

Il traffico sul sito web, inoltre, può essere facilmente incrementato, soprattutto nel settore dell’abbigliamento, durante i periodi di festività come Natale, Pasqua, San Valentino e così via. Gli utenti infatti in questi periodi sono più propensi a spendere per sé stessi e per fare regali. In tale contesto digiteranno nei motori di ricerca un vasto numero di keywords che cambieranno rapidamente a seconda delle offerte. Proprio in relazione a tali eventi giova inserire nel sito dei contenuti guida e delle offerte per attirare nuovi clienti.

Ultimo spunto sulla pubblicizzazione di offerte speciali e sconti durante i saldi è l’utilizzo della newsletter. Integrandola al proprio e-commerce è possibile coinvolgere l’utente nel proprio mercato tramite la posta elettronica in modo semplice e rapido.

Il posizionamento su Google del sito web per negozi di abbigliamento

Google, si sa, è il motore di ricerca più famoso ed usato. Premia, per così dire, determinati contenuti “idonei” posizionandoli fra i primi risultati della ricerca. Affinché questi contenuti vengano premiati devono essere indicizzati per una serie di parole. Si tratta di quelle che vengono chiamate parole chiave e che per un negozio di  abbigliamento possono essere ad esempio: “abbigliamento donna/uomo” , “stivali donna”, “cravatte uomo”, “abbigliamento bambino” e così via. Queste operazioni di indicizzazione, mediante l’utilizzo di parole chiave, rientrano nella più vasta attività della SEO ovvero la Search Engine Optimization, fattore trainante la crescita del sito in termini di traffico di visualizzazioni.

Bisogna dunque giocare con le parole. Un bravo professionista è in grado di sconfiggere i competitors nella strategia di posizionamento. Questi infatti staranno anche loro cercando di raggiungere i primi posti nel motore di ricerca google. C’è un grosso lavoro dietro il posizionamento di un sito che richiede l’impiego di tempo, risorse e denaro.

Il posizionamento di un sito per negozi di abbigliamento su Google, e su altri motori di ricerca, dipende anche da altri fattori. Un esempio è la struttura di navigazione del sito. I suoi contenuti devono essere disposti secondo un ordine logico in modo che l’utente sia il più possibile agevolato nel trovare le informazioni che desidera. Il settore dell’abbigliamento infatti deve essere suddiviso in categorie. Abbigliamento uomo/donna, abbigliamento sportivo/elegante, abbigliamento calcio/tennis, abbigliamento giorno/sera e così via. Ogni categoria e sottocategoria poi viene collegata tramite link interni quando le tematiche sono affini.

Lo stile e il design del sito

Numerose ricerche, soprattutto in ambito psicologico, hanno confermato che numerosi fattori emozionali incidono sull’acquisto di beni di abbigliamento. Ad esempio, un soggetto che entra in un negozio e si sente gratificato dall’ambiente che lo circonda sarà più propenso a fare degli acquisti sebbene non necessariamente abbia bisogno di quei prodotti. Così come l’ambiente fisico di vendita incide sulla percezione che il visitatore ha del prodotto in relazione alla sua funzione, lo stesso effetto lo produce l’ambiente di vendita virtuale ovvero il sito web.

Quello che nel gergo non tecnico si può definire il lato estetico del sito, ovvero la grafica, dev’essere impeccabilmente curato in un sito web per negozi di abbigliamento. Si necessita, dunque, di un esperto web designer da incaricare di tale compito fondamentale. Il sito inoltre, in ogni suo aspetto grafico, deve riflettere lo stile del negozio e dell’abbigliamento che si propone. Esplicitando lo stile dei prodotti si comunica l’identità del proprio brand aziendale e si risponde al bisogno di informazione che il cliente ha per poter effettuare degli acquisti.

Ribadendo, dunque, il concetto di sito come vetrina dell’attività bisogna anche scegliere delle immagini da posizionare nella home page relativamente ai prodotti. Queste devono essere sempre di ottima qualità e rappresentare i reali prodotti di cui si propone la vendita.  Le immagini non hanno il solo scopo di arricchire la home page e renderla più appetibile agli occhi dell’utente ma anche di consentirgli di capire se il prodotto che ha di fronte corrisponde a quello che cerca.

Lascia un commento